Aspi: allo studio soluzione per quota ristori (Mess)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Si allungano fino a martedì 27 i tempi per lo scioglimento degli ulteriori punti del negoziato fra Cdp e Atlantia su Aspi. Nelle prime ore del pomeriggio di quel giorno, scrive Il Messaggero, si dovrebbe tenere un altro cda straordinario di Via Goito per riprendere la discussione interrotta l’altra sera (in cui si è affrontato anche il tema del riassetto di Open Fiber) per la permanenza di una trentina di divergenze su clausole contrattuali che, secondo alcune chiavi di letture, Atlantia manterrebbe aperti per prendere tempo nella speranza che arrivi la proposta vincolante di Acs. 

Oggi si riunisce il cda di Atlantia per visionare il carteggio in corso con Cdp che riguarda in particolare la modalità di considerare i 400 milioni di ristori per il crollo del traffico come parte dei 9,1 miliardi del prezzo. Qui entra in campo l’Art che ieri ha tenuto un consiglio: due ore e mezzo per analizzare i dati sugli effetti Covid sui vari settori ma senza occuparsi del regolamento. Piuttosto in attesa che l’Art si esprima, il governo sarebbe favorevole a che il consorzio Cdp dia alcune garanzie temporanee sulla somma ad Atlantia per considerarla nel prezzo da 9,1 a 9,5 miliardi: a regime l’offerta non cambierebbe per il paracadute dell’Autorità. 

Altri punti di contraddittorio: gestione degli investimenti nell’interim period e il tasso di interesse dall’1 gennaio 2022 al closing. Il cda Cdp di martedì 27 si occuperà anche del riassetto Open Fiber e, a seguire, tornerà a riunirsi il cda della società di fibra ottica per il gradimento a Macquarie: nella riunione di ieri questo punto era stato rinviato. Il gradimento dovrà comunque darlo prima Cassa ed è un viatico connesso alla definizione della trattativa con il fondo australiano per acquisire da lui fino al 10% della quota che esso comprerà da Enel, cui ha fatto un’offerta binding di 2,65 miliardi. 

Tra i legali di Cdp e Macquarie sono in corso trattative quasi no stop che nelle ultime ore starebbero approfondendo le tecnicalità di governance. Chiuso il capitolo poltrone, restano da definire le maggioranze qualificate su alcune delibere strategiche ma anche i poteri delle tre figure apicali chiave, come presidente, ad e cfo. 

vs 

(END) Dow Jones Newswires

April 23, 2021 02:26 ET (06:26 GMT)