Acciaio: ArcelorMittal pubblica il suo “miglior trimestre del decennio”

Il colosso dell’acciaio, spinto dalla ripresa dell’attività industriale e dall’aumento dei prezzi dell’acciaio, ha visto decollare vendite e profitti rispetto a fine 2020. De-leveraged, punta su un nuovo piano di sviluppo risparmio e decarbonizzazione delle sue attività.

Il gruppo ha quasi raddoppiato l'utile netto rispetto al trimestre precedente e ha visto le sue vendite decollare del 15%.
Il gruppo ha quasi raddoppiato l’utile netto rispetto al trimestre precedente e ha visto le sue vendite decollare del 15%. (Franck CRUSIAUX / REA)

Attraverso Basil DekoninkPubblicato il 6 maggio 2021 alle 9:34Aggiornato il 6 maggio 2021 alle 10:14 Les Echos.fr

ArcelorMittal sta entrando in una nuova era. Dopo aver guidato il suo obiettivo di riduzione del debito lo scorso anno e aver assistito al passaggio di consegne tra il fondatore Lakshmi Mittal e suo figlio Aditya, il produttore di acciaio ha iniziato il 2021 nel miglior modo possibile, concludendo il suo “miglior trimestre del decennio” da gennaio a marzo.

Il profitto prima degli interessi, delle tasse e degli ammortamenti – l’indicatore più seguito nel settore – è stato di 3,24 miliardi di dollari (3,33 miliardi di euro), più del triplo dell’anno precedente (967 milioni di dollari) e ben al di sopra della media delle previsioni degli analisti (2,97 miliardi di dollari).