Société Générale: cappello a sorpresa

La pubblicazione trimestrale di Société Générale, migliore del previsto, è tempestiva, pochi giorni prima della presentazione del piano strategico per la sua divisione corporate e investment banking.

(Société Générale)
(Société Générale)

Di Les EchosPubblicato il 6 maggio 2021 alle 18:47Aggiornato il 6 maggio 2021 alle 19:10

Saper dare una tripletta senza allentare le cinture o le bretelle è diventata una seconda natura per gli investitori bancari europei.

Anche chi è più propenso ad essere esigente quando una buona sorpresa di profitto arriva in parte dal costo del rischio – inferiore alle attese – o da un contesto di mercato – molto vivace – ha apprezzato il primo trimestre di Société Générale , con il suo utile netto pubblicato tre volte superiore rispetto alle previsioni.

Perché Société Générale ha scelto di vendere la sua vecchia pepita Lyxor

Tuttavia, spinto in questo modo al vertice della sessione del CAC 40, il prezzo delle azioni (+ 5,3%) sta ancora navigando di un buon quinto al di sotto del livello di metà febbraio 2020, dove BNP Paribas ha già riempito il suo minimo pandemico.

E il suo sconto rispetto al patrimonio netto tangibile per azione resta il doppio di quello del suo vecchio rivale (55% contro 26%) per un divario di redditività più discreto (10, 1% e 10,6%).

Nuovo design

Soprattutto, l’azienda Difesa mantiene un approccio cauto al mutare delle condizioni economiche e il suo livello di solvibilità è soddisfacente (4,5 punti sopra la soglia “MDA”).

Il nuovo “design” delle sue offerte di prodotti derivati, inteso a impedire che si assumesse troppi rischi quando i mercati sono cattivi, non sembra averlo influenzato quando andavano così bene.

Il piano strategico della sua divisione corporate e investment banking, presentato in pochi giorni, illustrerà nel dettaglio come proseguire su questa buona strada.