Twitter consente agli utenti di dare la mancia ai propri account preferiti

Il social network vuole consentire agli utenti di sostenersi finanziariamente. Tuttavia, questa opzione può essere attivata solo da alcuni tipi di account: creatori di contenuti, giornalisti, esperti e ONG. Twitter dice che non prende commissioni sulle transazioni.

Twitter si sta inoltre preparando a lanciare abbonamenti a pagamento.
Twitter si sta inoltre preparando a lanciare abbonamenti a pagamento. (Alastair Pike / AFP)

Di Les EchosPubblicato il 7 maggio 2021 alle 8:55

Presto sarà possibile dare la mancia ai tuoi account preferiti su Twitter. Giovedì il social network ha introdotto “Tip Jar” (la “cassetta dei suggerimenti”), un nuovo strumento per consentire agli utenti di fare donazioni direttamente. “Questo è il primo passo del nostro piano per creare nuovi modi per dare e ricevere supporto su Twitter, con denaro”, ha affermato in un comunicato la società con sede in California.

Al momento, solo un gruppo limitato di persone, creatori di contenuti, giornalisti, esperti e ONG, può aggiungere un “Barattolo di mancia” al proprio profilo. Ma tutti gli utenti anglofoni possono pagare il loro contributo. “Sei tu a guidare la conversazione su Twitter e vogliamo che tu sia in grado di supportarti a vicenda più facilmente al di là di Follows, Retweet e Like”, le opzioni per la condivisione e l’apprezzamento dei post, ha detto il gruppo.

Il nuovo pulsante offrirà di pagare tramite servizi come Patreon, PayPal o Venmo. Twitter ha annunciato che non ci vorrà una commissione.

Presto abbonamenti a pagamento

Il social network vuole diversificare le sue fonti di reddito al di là delle opzioni di pubblicità e monetizzazione al fine di trattenere gli influencer. In particolare, sta preparando il lancio degli abbonamenti a pagamento per gli account preferiti degli utenti, con vantaggi e privilegi per gli abbonati.

La piattaforma ha pubblicato la scorsa settimana risultati più deboli del previsto . Il numero dei cosiddetti utenti giornalieri “monetizzabili” (essendo stati esposti ad almeno una pubblicità in un dato giorno) si è attestato a 199 milioni nel primo trimestre, ovvero 1 milione in meno rispetto alle previsioni degli analisti.

Twitter sospende gli account che riportano la parola di Donald Trump, bandito a vita dalla rete

Il social network ha confermato giovedì di essere intervenuto contro i profili che hanno ripreso le osservazioni tratte dal blog del miliardario repubblicano, “Dalla scrivania di Donald Trump” (“Dall’ufficio di Donald Trump”).

L’ex capo di stato è stato estromesso da Twitter all’inizio di quest’anno per aver incoraggiato l’invasione del Campidoglio da parte di una folla di suoi sostenitori durante la cerimonia di certificazione della vittoria di Joe Biden il 6 gennaio. Prima sospeso temporaneamente, è stato finalmente bandito a vita dal social network.

“Come specificato nella nostra politica sui tentativi di eludere l’esclusione, agiamo contro gli account la cui apparente intenzione è di sostituire o promuovere contenuti affiliati a un account sospeso”, ha spiegato un portavoce della società californiana.

Fonte AFP