300 a 0Cairo perde il lodo sulla sede del Corriere, ora rischia di pagare i danni al fondo americano

Gli arbitri del Tribunale arbitrale di Milano hanno dato ragione a Blackstone sulla vendita di Via Solferino e riaprono la strada alla causa per la mancata cessione del palazzo

Linkiesta.ti 14.5.21

Hummingbird

La vendita della storica sede del Corriere della Sera in via Solferino nel 2013 da parte di Rcs al fondo americano Blackstone è stata regolare. Lo ha stabilito il tribunale arbitrale di Milano che ha rigettato tutte le richieste di risarcimento presentate da Urbano Cairo, presidente di Rcsdal 3 agosto del 2016 e azionista di maggioranza, che considerava iniqua la vendita approvata dal precedente consiglio di amministrazione.https://def4080f524ebce55fe579385f3a60e7.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-38/html/container.html?n=0

Secondo i tre arbitri del tribunale di Milano gli acquirenti di Blackston hanno legittimamente cercato di ottenere le conseguenze più vantaggiose senza fare alcuna pressione sul vecchio cda di Rcs.  «Non è dato (…) ravvisare nel comportamento di Blackstone (e, per essa, di Kryalos) nulla che appaia indiscutibilmente contrario ai (…) doveri di correttezza e buona fede», si legge nel lodo di 80 pagine. 

Blackstone avrà così un motivo in più per portare avanti la sua causa di risarcimento contro Urbano Cairo che ha impedito la cessione dello stabile in via Solferino ad Allianz causando un danno economico al fondo americano.