La tessera sanitaria sarà riconosciuta da tutti i paesi europei a partire da metà giugno

Ospite domenica del programma politico “Le grand rendez-vous Europe 1 – CNews – Les Echos”, il segretario di Stato per gli affari europei Clément Beaune ha dettagliato l’attuazione del pass sanitario europeo dal 9 giugno in Francia per i grandi raduni e a metà -Giugno per viaggi in Europa.

Il segretario di Stato per gli affari europei, Clément Beaune, ha dettagliato le condizioni per l'istituzione del pass sanitario europeo.
Il segretario di Stato per gli affari europei, Clément Beaune, ha dettagliato le condizioni per l’istituzione del pass sanitario europeo. (Marie Etchegoyen / Capa Pictures for Europe 1)

Attraverso Lamia barbotPubblicato il 16 maggio 2021 alle 12:54Aggiornato il 16 maggio 2021, 13:01 Les Echos.fr

” Uno strumento in più per garantire la sicurezza dei francesi  “. Ospite del programma politico “Le Grand Rendez-Vous Europe 1 – CNews – Les Echos”, il Segretario di Stato per gli Affari Europei ha fatto il punto sull’attuazione il 9 giugno in Francia, data della terza fase di decontaminazione , tessera sanitaria. A livello europeo, spera nella sua applicazione intorno al 20 giugno.

Stiamo lavorando a un coordinamento europeo per la riapertura delle frontiere questa estate per consentire in modo sicuro la ripresa della circolazione delle persone tra i paesi dell’Unione europea “, ha assicurato Clément Beaune, insistendo sulla differenza tra i passare tessera sanitaria e vaccinazione. Adottato dall’Assemblea Nazionale la notte del 12 maggio, il pass sanitario consentirà di viaggiare in Europa a partire dalla seconda metà di giugno, ma non richiederà la vaccinazione dei viaggiatori. ” Sarà anche possibile varcare i confini europei presentando un test PCR negativo inferiore a 48 ore o un certificato di recupero da Covid-19 “, precisa il Segretario di Stato.

La Francia spera che venga istituito presto un meccanismo di emergenza a livello europeo non appena la situazione sanitaria peggiorerà in un paese con un aumento della contaminazione e una forte circolazione del virus. ” Ogni paese interessato dovrebbe essere in grado di reagire entro 48 ore chiudendo i propri confini o istituendo una quarantena rafforzata “, ha aggiunto.

Test PCR gratuiti

Il codice QR rilasciato in Francia alle persone vaccinate sarà armonizzato e quindi riconosciuto da tutte le autorità sanitarie europee. La questione della quarantena dei viaggiatori nonostante la presentazione di un pass sanitario “verde” è ancora in discussione. ” Ci sono alcuni paesi che non hanno ancora completamente sistemato le loro posizioni, ma spero che possiamo sbarazzarci delle quarantene per poter viaggiare quest’estate  ” , ha detto Clément Beaune.

Covid: come sono i “passaggi di salute” nel mondo

Altro argomento di discussione in corso, la questione dei test PCR gratuiti in tutti i paesi dell’Unione. “ È importante ricordare che la Francia è l’unico paese in Europa a offrire test gratuiti in cui alcuni paesi come la Spagna addebitano più di 100 euro. Questo è il motivo per cui vogliamo armonizzare la situazione e che siano liberi ovunque  ” , ha aggiunto il Segretario di Stato.

La tessera sanitaria non sarà una chiave di tutti i giorni

Clément Beaune Segretario di Stato per gli affari europei

A livello nazionale, ” il pass non sarà una chiave di tutti i giorni  “, ma solo necessario per partecipare a raduni di oltre 1.000 persone come concerti, festival o eventi sportivi. ” I francesi non dovranno presentare alcuna prova per andare a prendere un caffè oa mangiare in un ristorante  “, spiega.

Lamia barbot