Orcel, la resa dei conti alla Corte Botin sulla paga sospesa dopo la mancata presentazione di UBS – Quando Botin è entrato in tribunale, ha detto buongiorno ma non ha guardato Orcel.

Di e 19 maggio 2021, 11:09 CESTAggiornato il 19 maggio 2021, 13:02 CEST bloomberg.com

  • Il presidente di UBS Axel Weber avrebbe dovuto partecipare all’udienza di Madrid
  • L’Amministratore Delegato di UniCredit ha ridotto l’importo richiesto a titolo di risarcimento

La resa dei conti in aula tra il nuovo amministratore delegato di UniCredit SpA Andrea Orcel e il presidente di Banco Santander SA Ana Botin per milioni di dollari di retribuzione persa ha preso una svolta inaspettata mercoledì, dopo che i testimoni degli ex datori di lavoro di Orcel presso UBS Group AG non hanno partecipato all’udienza.

Il caso, in cui Orcel ha citato in giudizio Santander per aver rinnegato un’offerta di assumerlo come CEO nel 2019, è stato interrotto a causa dell’assenza del presidente di UBS Axel Weber e di un altro dirigente. Orcel era a capo della banca d’investimento del prestatore svizzero e ha abbandonato i primi 50 milioni di dollari di retribuzione differita quando ha tentato di unirsi a Santander. Da allora ha recuperato alcuni di quei fondi.

Orcel aveva cercato fino a 112 milioni di euro ($ 136 milioni), sostenendo che Santander aveva ribaltato la sua carriera con la sua decisione dell’ultimo minuto. A sua volta, Santander ha accusato Orcel di aver registrato segretamente conversazioni sull’argomento. Botin ha sostenuto in tribunale mercoledì che le due parti non avevano mai concordato i termini dell’acquisizione di Orcel da UBS e di conseguenza non era stato raggiunto alcun contratto.

“La sua nomina non ha mai avuto effetto”, ha detto Botin al giudice. “Il contratto non è mai stato rispettato.”

Botin ha detto che Orcel ha accettato di fare i suoi “migliori sforzi” per ridurre il costo della sua nomina per Santander e la banca spagnola si aspettava che l’istituto di credito svizzero pagasse almeno il 50% dei 35 milioni di euro ($ 42 milioni) di compenso differito che il dirigente avrebbe dovuto pagare. ricevere.

UBS ha rifiutato di commentare il caso.

“Io personalmente e il consiglio di amministrazione eravamo entusiasti del fatto che Orcel si unisse alla banca”, ha detto Botin, aggiungendo che lei lo considerava “il miglior” negoziatore e un consulentemolto stretto per molti anni. Quando Botin è entrato in tribunale, ha detto buongiorno ma non ha guardato Orcel.

“È importante che il giudice ascolti i fatti, ecco perché siamo qui oggi”, ha detto Orcel ai giornalisti fuori. “Si è sempre trattato di integrità e di garantire che la verità fosse messa a verbale, e penso che lo raggiungeremo oggi”.

Per saperne di più: Orcel taglia la quantità che sta cercando da Santander prima di sentire

Affermazione ridotta

Orcel ha tagliato il periodo per il quale chiederà un risarcimento finanziario a due anni da cinque, secondo le persone a conoscenza della questione. La riduzione riflette il fatto che ha assunto un nuovo ruolo di amministratore delegato di UniCredit il 15 aprile, hanno detto le persone, chiedendo di non essere nominato perché la questione è privata. Il quotidiano spagnolo Expansion ha riferito che Orcel sta ora cercando 76 milioni di euro.

Botin ha sbalordito il mondo finanziario nel settembre 2018 annunciando l’assunzione di Orcel. Il 58enne originario di Roma si è fatto la sua reputazione prestando consulenza su alcune delle più grandi fusioni bancarie europee prima della crisi finanziaria, e aveva una lunga storia lavorando per il defunto padre di Botin, Emilio, negli affari. In UBS, ha rimodellato la banca di investimento mentre l’azienda si è orientata verso la gestione patrimoniale, ma ha aspettato invano il ruolo di primo piano.

Il suo trasferimento a Santander è andato in pezzi nel giro di pochi mesi a causa della questione dei bonus UBS che ha rischiato di rinunciare entrando a far parte di un concorrente. Nella versione della banca spagnola, la sua lettera che offriva un lavoro a Orcel gli imponeva di ridurre il costo per Santander del suo risarcimento differito da UBS. L’istituto di credito svizzero ha accettato di pagargli un importo di 13,7 milioni di euro, ma Orcel si è rifiutato di tenerlo in considerazione per tagliare il costo della sua nomina, ha detto Santander in una dichiarazione nel luglio 2019.

La controversia in corso ha gettato un’ombra sulla sua nomina a UniCredit. L’istituto di credito italiano non lo risarcirà per i pagamenti differiti che perderà per essersi unito a un pari entro sette anni dall’uscita dalla banca svizzera nel 2018.

La corte riprenderà l’udienza una volta informata della disponibilità di Weber e Shelton a partecipare.( Rifusioni con testimoni UBS non presenti )