Processo Santander: Andrea Orcel lo fa a metà – Orcel chiede ancora poco più di 45 milioni di euro. In precedenza aveva chiesto 112 milioni di euro di risarcimento danni. – il presidente di UBS Axel Weber aveva chiarito che Orcel, in quanto “Leaver” presso la banca svizzera, non poteva più contare su alcuna remunerazione.

Finews.ch 19.5.21

Andrea Orcel

Andrea Orcel

L’ex manager di UBS Andrea Orcel ha apparentemente sistemato la Banca Santander all’inizio del processo a Madrid – e in maniera massiccia.null

Andrea Orcel è uscito dalla trincea dove si era rintanato nell’emozionante disputa legale con Santander. Secondo l’agenzia “Reuters”, che cita atti giudiziari, l’ex banchiere UBS ha rinunciato a importanti pretese nei confronti della banca spagnola immediatamente prima dell’inizio del processo.

Finews.ch ha riferito anche dell’udienza di martedì (ieri) .null

Compensazione dimezzata

Di conseguenza, Orcel si astiene dal richiedere il posto di CEO di Santander. Considerato il contesto odierno, sembra logico, visto che dallo scorso aprile è stato il nuovo capo della principale banca italiana Unicredit.

Soprattutto, l’italiano, che ha guidato la banca d’affari UBS fino al 2018, accoglie gli spagnoli con l’importo dichiarato del danno per l’oggetto smarrito. Secondo l’agenzia, Orcel chiede ancora poco più di 45 milioni di euro. In precedenza aveva chiesto 112 milioni di euro di risarcimento danni. Questo dopo che la banca si era separata unilateralmente da lui prima che potesse assumere il suo lavoro come nuovo CEO nel 2019.

Axel Weber è rimasto a casa

Orcel non vuole fare a meno dei bonus bloccati per un importo di 55 milioni di euro, che ha perso quando è passato a UBS. Secondo il rapporto, sta chiedendo a Santander di sostituire questo pacchetto con 20 milioni di euro.

Da parte sua, il presidente di UBS Axel Weberaveva chiarito che Orcel, in quanto “Leaver” presso la banca svizzera, non poteva più contare su alcuna remunerazione. A quanto pare Weber non si è presentato all’udienza di ieri.