As Roma: il debito schizza a 292 mln (MF)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Dan Friedkin deve già fare i conti con la crisi calcio italiano. L’imprenditore americano che la scorsa estate ha rilevato la Roma dal connazionale James Pallotta con un’operazione che ha valutato il club giallorosso 591 milioni è stato nuovamente costretto a mettere mano al portafoglio. Dopo i 40 milioni versati alla fine dello scorso anno, nell’ultimo bimestre, attraverso la Romulus and Remus Investments llc ha versato 20,5 milioni. Liquidità che serve alla società sportiva per far fronte a una situazione economica e patrimoniale complicata. 

Perché, scrive MF, come emerso nel fine settimana dalle comunicazioni periodiche obbligatorie la Roma lo scorso 31 marzo, al termine dei nove mesi dell’esercizio fiscale 2020-2021, registrava una perdita a livello di bilancio civilistico di 108,3 milioni a fronte di un indebitamento finanziario di 291,7 milioni (scende a -288 milioni a livello consolidato) , in peggioramento rispetto ai 253,4 milioni del dicembre scorso (-247,9 milioni a livello consolidato), e soprattutto un patrimonio netto negativo per 42,1 milioni. Numeri che hanno portato il club nella condizione di dover abbattere e ricostituire il capitale per legge (ex articolo 2447 del Codice Civile). 

Il Decreto liquidità di aprile consente però di scongiurare l’operazione straordinaria fino a metà del 2026. Un rinvio concesso dalla normativa vigente che però fa drizzare le antenne a Friedkin, che per garantire il supporto ai conti del club è tornato a mettere liquidità nelle casse: 10,5 milioni in aprile e altri 10 milioni a maggio. 

red/lab 

MF-DJ NEWS 

0108:09 giu 2021 

 

(END) Dow Jones Newswires

June 01, 2021 02:10 ET (06:10 GMT)