Greensill: Credit Suisse non ha imparato nulla dal fiasco del GAM

Finews.ch 2.6.21

Credit Suisse Lichthof, Zurigo

Il gestore patrimoniale GAM ha fatto naufragio con i fondi Greensill – allora Credit Suisse. È stato sorprendente, poiché la grande banca aveva una visione profonda delle attività di Greensill e del suo principale cliente Sanjeev Gupta.null

A fine luglio 2018 , il gestore patrimoniale svizzero GAM ha scioccato investitori e clienti con la sospensione del suo gestore di fondi stellato Tim Haywood e la chiusura dei suoi fondi obbligazionari a rendimento assoluto (ARBF). Una delle conseguenze immediate è stata che Credit Suisse (CS) ha immediatamente interrotto la sua collaborazione di vendita con GAM.

Tre anni dopo, la grande banca si trova in una profonda crisi dopo il fallimento della società finanziaria Greensill Capital e del suo principale cliente, l’ imprenditore anglo-indiano Sanjeev Gupta .null

CS: All’inizio con cautela, poi non più

Gupta era già stato un importante cliente di Greensill quando Tim Haywood di GAM stava ancora gestendo i fondi della catena di approvvigionamento e si è imbattuto in problemi molto simili. Le acciaierie di Gupta in Australia sono il più grande debitore dei fondi CS Greensill a $ 1,2 miliardi.

Una domanda senza risposta è come CS sia riuscita a trasformarsi da un partner di vendita GAM prudente e avverso al rischio con i propri fondi a un turbocompressore per le attività commerciali di Greensill e Gupta. Come riportato da finews.ch lo scorso marzo, CS aveva persino rilevato alcuni degli asset “tossici” di GAM .

Solo ha aperto la strada

David Solo fornisce una risposta . L’ex CEO di GAM ha presentato a CS il banchiere d’investimenti Lex Greensill e la sua azienda, come ha già riportato finews.ch .

GAM ha lanciato il fondo di finanziamento della supply chain con Greensill solo nel 2015 dopo che Solo se ne è andato. Solo, che secondo il “Financial Times” era il finanziere di Greensill, ha aperto la strada anche qui.

Più come un venditore lento

L’ironia: i fondi GAM sono stati più lenti , come hanno detto a finews.ch due persone che hanno familiarità con i prodotti . Il volume degli investimenti è rimasto limitato e il team di vendita non era entusiasta dei prodotti.

Le commissioni erano basse, la struttura del fondo complessa ei potenziali clienti, in particolare le società con liquidità in eccesso, non rientravano nel gruppo target di GAM.

Eric Varvel ha intuito l’occasione

Che contrasto con CS: come descrive il “Financial Times” in un articolo (a pagamento) di martedì, Eric Varvel , l’ora deposto CEO di CS Asset Management, ha visto una grande opportunità per vendere i fondi a facoltosi clienti privati.

Più di 1.000 clienti in CS Wealth Management detengono i fondi Greensill nei loro portafogli e ora sperano in rimborsi. Con un volume di oltre 10 miliardi di dollari, i fondi erano tra i più grandi del gruppo CS.

Questi prodotti hanno anche gettato GAM in una profonda crisi. Haywood era stato uno dei principali acquirenti delle obbligazioni Gupta. Il gestore patrimoniale ha subito massicci deflussi di cassa dopo la sua sospensione. GAM ha interrotto il suo rapporto d’affari con Gupta solo circa sei mesi fa.

Esame meticoloso

Il gestore patrimoniale era impegnato nella creazione di nuovi canali di vendita nel 2018 dopo che la separazione da Julius Baer e in precedenza da UBS ha colmato importanti lacune. Di conseguenza, CS è diventato uno dei più importanti partner di vendita di GAM.

Dopo lo scandalo Haywood , la grande banca ha sottoposto tutti i prodotti GAM ad un meticoloso esame. La GAM era desiderosa di riprendere buoni rapporti con CS dopo che i fondi Haywood erano stati liquidati.

Visite ai responsabili CS

Secondo gli osservatori, GAM è stata in stretto contatto con CS da agosto 2018 a metà 2019. Questo ha dato loro una visione molto dettagliata e trasparente della società GAM e dei suoi fondi.

Ad esempio, quando Richard McNamara, CFO di GAM, era a Zurigo, faceva visita a ciascuno dei responsabili CS per rafforzare le relazioni. Né CS né GAM hanno voluto commentare su finews.ch .

Costrutti di finanziamento sospettati di frode

Il tour di acquisizione di Gupta con acciaierie e società di materie prime parzialmente in difficoltà costituisce un filo conduttore dell’intera faccenda: i fondi per l’acquisto del 2017 delle acciaierie Liberty Primary Metals in Australia provenivano dai fondi GAM, come ha detto a finews una persona che ha familiarità con la transazione . ch ha detto.

L’operazione, del valore di circa 850 milioni di dollari, era complessa e conteneva un elemento di cartolarizzazione che il Financial Times aveva descritto ben due anni fa. L’agenzia antifrode britannica sta attualmente indagando sul finanziamento dell’acquisizione di Liberty.

Il fatto che il CS sia sfuggito all’elevata concentrazione di obbligazioni Gupta nei fondi GAM e al ruolo chiave svolto da Greensill in esso sembra improbabile visti i mesi di due diligence. Tuttavia, non è chiaro se CS abbia esaminato anche i fondi Haywood da quando sono stati liquidati da GAM.

Delegato gestionale e assicurativo

Ma è anche un dato di fatto che CS aveva rilevato alcuni gestori del reddito fisso dalla GAM quando si stava effettuando un ridimensionamento; tra questi c’era almeno uno specialista di prodotto. È anche evidente che sia GAM che successivamente CS si sono affidati interamente a Greensill per gestire il finanziamento della catena di approvvigionamento.

Le descrizioni dei prodotti CS evidenziano il fatto che i fondi non sono gestiti dalla banca. Col senno di poi, si è rivelato fatale che CS avesse delegato anche l’assicurazione dei prestiti e del finanziamento a Greensill.

Abbagliamento, ingenuità o ignoranza

Quindi sembra che la meticolosa due diligence dei prodotti GAM abbia mancato l’obiettivo reale: CS avrebbe dovuto esaminare meglio i suoi futuri partner commerciali Greensill e Gupta.

Se il CS è stato accecato da Greensill e dal suo modello di business, è stato solo ingenuo o semplicemente ignorato i rischi esistenti e anche segnalati internamente, è ora chiarito da moltissime autorità di regolamentazione e avvocati.