Credit Suisse: una banca fuori controllo

Insideparadeplatz.ch 9.6.21

Il Wall Street Journal mostra come Paradeplatz multi potrebbe scommettere 5,5 miliardi con un singolo cliente. Totalmente cieco.

Fino a pochi giorni prima del crollo dell’hedge fund statunitense Archegos, il boss di CS Thomas Gottstein e la sua amante del rischio Lara Warner non avevano idea che la loro banca avesse messo a rischio metà del loro capitale con questo cliente.

È quanto scrive il rinomato Wall Street Journal in una lunga storia intitolata “Inside $ 5,5 miliardi di crollo del Credit Suisse”.

L’articolo espone una delle aziende più grandi e importanti della Svizzera come un negozio Hallodri, dove i capi più alti non hanno idea di cosa stia effettivamente succedendo, e i cosiddetti key risk taker indorano il tutto con le loro scommesse Metti a rischio le aziende .

“Più di $ 20 miliardi di esposizione” ( WSJ )

Una banca come un giocatore drogato che va al casinò con tutti i suoi risparmi, il suo fondo pensione e tutti i suoi averi e rallegra tutto in una notte. Tornato a casa, confessa il dramma alla moglie.

Quindi deve pompare la sua famiglia in modo che i bambini abbiano abbastanza da mangiare.

La famiglia, nel caso di CS, è la Svizzera e la sua gente. Devi salvare il CS in caso di fallimento.

Ad aprile la banca ha finito i soldi. Aveva bisogno di un’infusione di emergenza dagli azionisti. Ciò lo ha portato ancora di più sotto il controllo di alcuni fondi e investitori della regione araba, della Norvegia e degli Stati Uniti.

La Svizzera ei suoi contribuenti restano responsabili. Se il CS subisce un altro disastro, potrebbero ricevere un bacio sulla mano.

Uno scenario del genere non è assurdo se si prende come parametro il rapporto del Wall Street Journal (WSJ). Questo dipinge un’immagine terrificante e incomprensibile di una grande banca che non ha idea del tipo di rischi che sta accumulando.

Al suo apice, CS aveva investito oltre 20 miliardi contro Archegos in azioni con cui l’hedge fund di Bill Hwang, un sudcoreano condannato per reati interni nel 2012, ha fatto le sue scommesse.

Secondo il WSJ si trattava di “un derivato chiamato total-return swap”. Lo strumento ha permesso a Hwang di controllare enormi posizioni azionarie con poco sforzo.

Infatti, secondo il rapporto, Hwang ha dovuto sostenere solo un decimo del valore delle azioni con i suoi soldi. Ciò ha portato al fatto difficile da credere che poco prima del crollo alla fine di marzo, CS ha persino rimborsato Hwang in contanti.

Le azioni con cui Hwang speculava non appartenevano allo speculatore, ma a CS. Quando i titoli, compresi quelli del gruppo di media statunitensi ViacomCBS, sono crollati il ​​22 marzo, il CS era seduto su gigantesche perdite di libri.

Zurich, We Have A Problem, ha cablato i Masters of the Universe da New York alla città sulla Limmat.

Solo allora le persone migliori Gottstein, Warner e Brian Chin, il capo dell’investment banking, si resero conto di ciò che aveva fatto.

Camera un piano di uscita con Hwang e le altre banche, ha letto l’ordine dal bunket di comando.

Giovedì 25 marzo i chief trader di CS si sono seduti al tavolo con gli Archegos ei rappresentanti di altre banche.

Quello che seguì si legge quindi nell’articolo del WSJ come l’esempio perfetto di una banca che non ha idea del gioco in cui è entrata.

“Il Credit Suisse ha suggerito alle banche di lavorare insieme per sciogliere le operazioni di Archegos nell’arco di un mese. Alcuni lo hanno considerato, secondo persone che hanno familiarità con le discussioni. Ma nessun accordo è stato raggiunto e alcuni hanno scaricato rapidamente le loro posizioni su altri investitori”.

I dirigenti di Goldman Sachs e Morgan Stanley hanno solo fatto finta di prendere in considerazione l’idea di restare fermi, come suggerito dal CS.

In effetti, avevano da tempo preparato un piano di uscita. Ora lo stanno implementando.

Immediatamente chiamarono freneticamente i loro maggiori clienti e vendettero le azioni Archegos che erano state depositate presso di loro a prezzi stracciati.

“Il prossimo lunedì, 29 marzo, Credit Suisse ha avvertito di una perdita significativa”, continua il giornale.

“Ad aprile, ha affermato che l’uscita dalle posizioni è costata $ 5,5 miliardi e ha raccolto $ 2 miliardi di nuove azioni. I signori Chin e (gestore del rischio) Shah e la signora Warner erano tra il personale espulso. “

“Oh, il controllo del rischio è sempre stato una priorità assoluta, è la chiave per ogni banca. Sono assolutamente concentrato su questo, non solo ora: lo ero e lo sarò” ( Bloomberg TV , 22 marzo 2021)

I manichini di Zurigo: hai la banca sulla coscienza. Il caso Archegos potrebbe significare la fine del Credit Suisse nella sua forma attuale.

Secondo le speculazioni, il CS sta esaminando enormi cambiamenti, potrebbe scorporare l’unità svizzera e la gestione patrimoniale.

Tutto perché le loro superstar nell’investment banking hanno messo in pericolo il denaro, che alla fine arriva dalla Svizzera, con folli speculazioni per quasi nulla.

Nel frattempo, i loro capi a Zurigo non avevano idea di cosa stessero effettivamente facendo i loro presunti Padroni dell’Universo a New York.

Ha interessato Thomas Gottstein, Tidjane Thiam, Lara Warner, Urs Rohner e, a quanto pare, i loro nomi non sono affatto.

La cosa principale era che c’era carbone – per te e i tuoi amici.

Freni di rischio, prudenza, controlli, moderni sistemi di monitoraggio: a cosa serve, funziona senza intoppi. Un dipinto morale della leadership di una banca un tempo orgogliosa, peggiore di qualsiasi incubo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.