BCE dice a Deutsche Bank di trovare rapidamente il nuovo presidente – fonti

Patricia UhligTom Sims reuters.com 11.6.21

La Banca centrale europea ha chiesto più volte a Deutsche Bank negli ultimi mesi di nominare un successore del presidente Paul Achleitner all’avvicinarsi della fine del suo mandato, hanno detto due persone con conoscenza della questione.

Achleitner dovrebbe andare in pensione il prossimo maggio dopo 10 anni difficili in carica che hanno visto due cambi di amministratore delegato, miliardi di euro di perdite e multe salate.

Il 64enne è sopravvissuto a tre voti degli azionisti sull’opportunità di estrometterlo, ma ha detto che andrà il prossimo anno.

A meno di un anno dalla fine, il supervisore della banca, la BCE, sta ancora aspettando che Deutsche identifichi un successore e negli ultimi mesi ha aumentato la pressione sulla più grande banca tedesca e sul suo presidente, hanno detto le persone.

Il capo della vigilanza della Bce, Andrea Enria, ha affrontato questa domanda più volte in una comunicazione continua ad alto livello con la banca, ha affermato una delle persone, che è un funzionario con conoscenza diretta della questione.

Deutsche Bank ha rifiutato di commentare.

Deutsche è recentemente tornata al profitto, ma rimane sotto stretta sorveglianza dei regolatori che tutelano la salute del sistema finanziario globale, di cui la banca, in quanto uno dei maggiori finanziatori del mondo, è una parte fondamentale.

In particolare, sono stati preoccupati per le lacune nei controlli sul riciclaggio di denaro da parte di Deutsche, un problema che risale a tutto il mandato di Achleitner.

In una grave battuta d’arresto per Deutsche, l’autorità di vigilanza finanziaria tedesca BaFin ad aprile ha ordinato di adottare ulteriori misure di salvaguardia contro il riciclaggio di denaro e ha esteso il mandato a un monitor speciale per tenere traccia dei progressi. 

La BCE sta facendo le ripetute richieste perché vuole che Achleitner se ne vada in modo ordinato, con la banca centrale che ha abbastanza tempo per esaminare il candidato per sostituirlo, ha detto la gente.

Tre persone che hanno familiarità con la ricerca di un successore da parte della banca hanno affermato che c’era una rosa di tre uomini tedeschi, con uno che ha aggiunto che Deutsche sarebbe pronta ad annunciare un successore entro febbraio o marzo del prossimo anno. Una data così tardiva lascerebbe poco spazio di manovra se il candidato dovesse fallire.

Se gli uomini rimangono i favoriti, potrebbe anche suscitare domande sulla mancanza di diversità poiché Deutsche cerca di installare più leader femminili. [nL2N2NJ0F6]

Il capo della borsa tedesca Theodor Weimer era il candidato preferito, hanno detto le tre persone.

Weimer, tuttavia, ha pubblicamente respinto l’idea affermando all’inizio di quest’anno che la sua assunzione dell’incarico “non era affatto un argomento di discussione”. Un portavoce di Weimer ha rifiutato di commentare ulteriormente.

Non è chiaro se Weimer possa cambiare idea. Il suo contratto come CEO di Deutsche Boerse è stato esteso lo scorso anno fino al 2024. I regolatori non approverebbero il suo mantenimento di entrambi gli incarichi, ha affermato il funzionario con conoscenza diretta della questione.

Inoltre, accettare la posizione in Deutsche Bank gli richiederebbe di dimettersi da un lavoro che lo ha pagato 6 milioni di euro l’anno scorso, un multiplo dei guadagni di Achleitner.

In lizza, hanno detto le tre persone, anche Norbert Winkeljohann, contabile e presidente della Bayer, e Frank Witter, un nuovo membro del consiglio di amministrazione che fino a poco tempo fa era il capo delle finanze della Volkswagen.

Winkeljohann non ha risposto a una richiesta di commento e Witter ha rifiutato di commentare.

Achleitner ha cercato privatamente di rassicurare gli investitori che la ricerca è in corso. Nelle ultime settimane, ha detto agli investitori che il nome del nuovo presidente molto probabilmente inizierà con la lettera “W”, secondo una persona a conoscenza della questione.

Ma la natura vaga dei suoi piani ha lasciato i regolatori e alcuni investitori frustrati.

“Più rapidamente abbiamo chiarezza su un successore, meglio è”, ha affermato Vanda Rothacker di Union Investment, azionista del gruppo.

I regolatori hanno lottato per anni per tenere a freno Deutsche Bank a seguito di numerosi scandali e problemi di governance.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha indagato sul ruolo del prestatore nello scandalo del riciclaggio di denaro da 200 miliardi di euro (220 miliardi di dollari) della Danske Bank, secondo quanto riferito a Reuters da persone che hanno familiarità con l’inchiesta.

Deutsche ha anche dovuto pagare quasi $ 700 milioni di multe da parte delle autorità di regolamentazione statunitensi e britanniche in un caso separato di riciclaggio di denaro che coinvolge $ 10 miliardi nelle cosiddette operazioni speculari dalla Russia.

La banca ha affermato di aver notevolmente migliorato i controlli negli ultimi anni.

All’inizio di quest’anno, la BCE si è scontrata con il CEO Christian Sewing, chiedendogli di rinunciare alla supervisione quotidiana della tentacolare banca d’investimento di Deutsche, temendo di avere troppo nel piatto. leggi di più

Sewing, che alla fine ha ottemperato, da parte sua ha aspramente criticato la politica monetaria ultra-allentata della BCE che ha richiesto ai prestatori di pagare per depositare denaro presso la banca centrale e ha eroso i profitti.

I nostri standard: i principi di fiducia di Thomson Reuters.