Prima in 30 anni, Emirates finisce in rosso vivoLa compagnia aerea di Dubai ha visto le sue entrate diminuire del 66% nel 2020, a causa della pandemia.

Lematin.ch 15.6.21

Il gruppo è stato "colpito duramente dal calo della domanda di viaggi aerei internazionali", secondo il presidente della compagnia aerea.
Il gruppo è stato “colpito duramente dal calo della domanda di viaggi aerei internazionali”, secondo il presidente della compagnia aerea.Reuters

Emirates, la compagnia aerea di Dubai, ha annunciato martedì perdite annuali di circa 4,5 miliardi di euro, le prime in oltre tre decenni, poiché i blocchi e le restrizioni legate alla pandemia di coronavirus hanno colpito duramente il settore dell’aviazione.

“A causa delle restrizioni ai voli e ai viaggi legate alla pandemia, la compagnia aerea ha registrato una perdita di 20,3 miliardi di dirham (più di 4,5 miliardi di euro) dopo un utile di 1,1 miliardi di dirham (quasi 247 milioni di euro) lo scorso anno”, ha affermato Emirates in un dichiarazione.

La compagnia aerea, che come le altre è stata costretta a sospendere temporaneamente le proprie attività nella primavera del 2020, ha visto calare i propri ricavi del 66% fino a raggiungere i 6,9 miliardi di euro.

“Duro colpo”

Nell’anno fiscale, che termina a marzo, Emirates ha trasportato 6,6 milioni di passeggeri, in calo dell’88% rispetto allo stesso periodo precedente (da marzo 2019 a marzo 2020).

Il gruppo è stato “duramente colpito dal calo della domanda di viaggi aerei internazionali, poiché i paesi hanno chiuso i loro confini e imposto severe restrizioni ai viaggiatori”, ha affermato il suo presidente e amministratore delegato, lo sceicco Ahmed bin Said Al-Maktoum, citato nel comunicato stampa. . 

Conseguenza: i licenziamenti hanno colpito “per la prima volta” nella sua storia tutti i settori dell’azienda, la forza lavoro è stata ridotta del 31% per raggiungere i 75.145 dipendenti.