Credit Suisse punta al denaro assicurativo Greensill

Finews.ch 16.6.21

mercoledì, 16 giugno 2021 08:0

La banca svizzera sta cercando di recuperare denaro dal collassato Greensill Capital attraverso la sua assicurazione, riporta il Financial Times, ma non sarà facile e veloce.

Il Credit Suisse si sta preparando a recuperare parte delle perdite dei suoi 10 miliardi di dollari di fondi investiti nella società finanziaria della catena di approvvigionamento al collasso Greensill Capital rivendicando l’assicurazione, secondo quanto riportato mercoledì dal «Financial Times» (dietro il paywall) , citando persone con conoscenza del processi.

Processo lungonull

L’assicurazione proveniva principalmente dalla giapponese Tokio Marine. I fondi sono stati investiti in fatture confezionate provenienti da Greensill, che ha organizzato un’assicurazione contro il mancato pagamento. Greensill è entrato in amministrazione controllata a marzo dopo che la sua copertura principale, fornita da un’unità Tokio Marine, è scaduta.

«L’intero processo richiede molto tempo, quindi vogliamo coprire tutte le basi per recuperare i fondi degli investitori», ha detto al FT una persona con conoscenza dei piani di Credit Suisse. «In una situazione come questa dove la posta in gioco è molto alta, vuoi assicurarti che tutte le I siano tratteggiate e le T incrociate da un punto di vista legale. Vuoi assicurarti che non vengano buttati fuori per un cavillo.»

Validità nella controversia

Tokio Marine ha dichiarato a marzo che stava mettendo in discussione la validità della copertura, dopo una denuncia penale contro la direzione della Greensill Bank con sede in Germania da parte del regolatore finanziario Bafin.

I Tokio Marine hanno ripetutamente affermato di non aspettarsi alcun impatto materiale dal crollo di Greensill. Il FT ha citato le sue fonti secondo cui, sebbene Greensill abbia organizzato l’assicurazione, Credit Suisse ha pagato i premi e aveva il diritto di chiedere il risarcimento. Credit Suisse ha rifiutato di commentare al FT.