Transizione green: nei prossimi 10 anni meno azioni, bond e cash ma più oro

Affari italiani.it20.6.21

Pictet Wealth Management ha analizzato l’impatto delle questioni climatiche sui mercati: potrebbe portare un calo delle borse dello 0,3% annuo

Transizione green: nei prossimi 10 anni meno azioni, bond e cash ma più oro

Pictet Wealth Management ha pubblicato l’edizione 2021 di Horizon, che contiene le sue previsioni di redditività a 10 anni nonché le principali tendenze economiche, politiche e di mercato.

Per la prima volta, Horizon ha analizzato anche l’impatto delle questioni climatiche sui mercati economici e finanziari.

“Le questioni climatiche stanno diventando un tema imprescindibile: man mano che governi e banche centrali ne tengono conto nella definizione delle loro politiche, ci aspettiamo ripercussioni a tutti i livelli, dalle dinamiche di asset class all’asset allocation”, spiega Christophe Donay, Head of Strategy and Asset Allocation di Pictet Wealth Management.

“Nell’attuale contesto di crisi sanitaria e di persistente incertezza sulle sue conseguenze a lungo termine, il tema principale dell’edizione 2021 è la crescente importanza delle questioni climatiche sui mercati economici e finanziari“.

La transizione verso economie a basse emissioni di carboniosvolgerà un ruolo trainante nei mercati economici e finanziari nel prossimo decennio.

Il cambiamento climatico potrebbe contribuire a un moderato aumento dell’inflazione. L’adattamento delle politiche economiche alle sfide climatiche potrebbe stimolare la crescita e la produttività nei paesi, che potranno così controllare i propri costi di produzione e prevenire picchi di inflazione. Le aspettative di inflazione sono quindi state aumentate dello 0,1% in media in Cina, Stati Uniti ed Europa, così come le previsioni sui tassi dei buoni del tesoro USA a 10 anni, dal 2,5% al ​​3,%.

La prima conseguenza è che detenere liquidità offrirà rendimenti reali negativi. La liquidità nel mercato statunitense dovrebbe generare un rendimento nominale medio dell’1% nei prossimi dieci anni, oltre a un rendimento reale negativo. Scarsi anche i ritorni dei titoli di stato.

La chiave del successo? Per Pictet sta in una maggiore diversificazione del portafoglio. “L’oro è il principale beneficiario della nostra analisi sull’impatto climatico” nota Donay “ed è in grado di aggiungere alle sue aspettative di rendimento lo 0,6% anno”. Nel prossimo decennio l’oro potrebbe rendere in media il 3% annuo ma deve lasciare il passo ad altri strumenti alternativi quali il venture capital e il private equity.