L’Europa vuole avere un’agenzia antiriciclaggio ( Parigi in corsa)

La Commissione Europea ha presentato un nuovo piano per combattere il riciclaggio di denaro. Di fronte agli attuali limiti della vigilanza nazionale, Bruxelles vuole creare una nuova agenzia europea entro il 2024.

La Commissione europea sta lottando per frenare il riciclaggio di denaro nonostante le numerose iniziative legislative.
La Commissione europea sta lottando per frenare il riciclaggio di denaro nonostante le numerose iniziative legislative. (otturatore)

Attraverso Derek PerrotteInserito il 20 luglio 2021 alle 16:00Aggiornato il 20 luglio 2021, 17:06 Les Echos.fr

Il nuovo processo sarà finalmente quello giusto? A solo un anno dall’adozione dell’ultima direttiva sulla lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo, che era già la quinta nel suo genere, l’Europa sta ancora lottando per combattere efficacemente contro questa piaga, come sottolinea un rapporto Vitriol pubblicato a fine giugno dalla Corte dei conti europea.

Denuncia alla rinfusa tentativi di lobbying a livello dell’Autorità bancaria europea (EBA), le ingerenze degli Stati, la mancanza di collaborazione del Servizio europeo per l’azione esterna, per non parlare della classica lentezza e inefficienza dei processi. nell’UE. Conclusione finale: la lotta al riciclaggio di denaro si basa ancora troppo sul livello nazionale e soffre di una chiara mancanza di coordinamento europeo.

Armonizzazione

Per rimediare, la Commissione europea ha presentato martedì un nuovo piano con due misure forti, segno della volontà di prendere finalmente il toro per le corna. Il primo consiste in una bozza di due regolamenti comuni al blocco, da applicare rigorosamente alla lettera in tutta l’UE. Finora Bruxelles si è basata sulle direttive, uno strumento giuridico più flessibile, ma le differenze nazionali nel loro recepimento ne hanno minato l’efficacia. “Le implementazioni delle regole europee sono troppo disparate. Abbiamo bisogno di misure più direttamente applicabili “, insiste un membro anziano della Commissione. Bercy dice che è “molto favorevole” a un tale “sforzo di armonizzazione”.

La seconda misura di punta consiste nella creazione di un gendarme europeo antiriciclaggio, una nuova agenzia denominata, in inglese, AMLA. Obiettivo: rimediare alle carenze, o alla mancanza di buona volontà, delle autorità nazionali, “un livello in cui la vigilanza non è sempre ottimale”, osserva un altro funzionario europeo vicino al fascicolo. Questa nuova agenzia avrebbe in particolare, oltre al suo ruolo di coordinamento continentale degli attori nazionali, il potere di trattare alcuni casi, se sono transfrontalieri o se la risposta nazionale a un problema è ritenuta insufficiente o troppo lenta.

Parigi in corsa

Avrà inoltre maggiori poteri di vigilanza sugli “enti a rischio” nel settore finanziario, quest’ultimo ancora da definire con precisione con gli Stati e il Parlamento Europeo nei prossimi mesi. “Questo sarà un punto chiave nei dibattiti a venire”, insiste una fonte europea. Il principio di tale agenzia europea è stato convalidato quest’autunno dai ministri dell’Economia dei Ventisette, nonché dal Parlamento europeo la scorsa estate.

Bruxelles mira a renderlo operativo e attivo dal 2024. La sua ubicazione deve essere decisa tra gli Stati membri. Francia e Germania sono in fila per accoglierlo, ma la prima l’ha già ereditata dall’Autorità bancaria europea (EBA) dopo la Brexit e la Germania ha perso credibilità nella sua gestione molto debole dello scandalo Wirecard . Si parla anche dell’Italia.

Bitcoin

Anche la Commissione Europea sta approfittando di questo nuovo pacchetto legislativo per includere criptovalute, come bitcoin, nel dispositivo. I fornitori di servizi collegati a questi nuovi strumenti dovranno quindi applicare regole antiriciclaggio, tra cui l’identificazione dei clienti, la verifica della loro identità, il controllo della giustificazione commerciale del trasferimento e la tracciabilità end-to-end delle transazioni.

Un rapporto al vetriolo prende di mira la politica europea contro il riciclaggio di denaro

Derek Perrotte (Ufficio di Bruxelles)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.