JPMorgan diventa la prima grande banca a fornire ai clienti del settore retail l’accesso ai fondi crittografici

zerohedge.com 22.7.21

Sicuramente abbiamo fatto molta strada negli ultimi 4 anni. Nel settembre 2017, il miliardario CEO di JPMorgan Jamie Dimon si è scagliato contro una asset class relativamente nuova, per gli investitori istituzionali del boom, il bitcoin, che Dimon ha detto “non andrà a finire bene”, prevedendo che alla fine esploderà come “è una frode” e “peggio dei bulbi di tulipano”. E il kicker: il CEO della più grande banca degli Stati Uniti ha detto che avrebbe licenziato qualsiasi dipendente che commerciava bitcoin per essere “stupido”.

Avanti veloce fino ad oggi, quando tutto è cambiato: non solo JPM ha lanciato un fondo bitcoin per i clienti ricchi dopo anni di attacchi alle criptovalute, i suoi quantitativi di mercato pubblicano un hit settimanale che colpisce bitcoin e i suoi colleghi crittografici, ma ora ha pubblicato un rapporto settimanale che esamina tutti le ultime notizie e tendenze nel regno delle criptovalute…

… ma come riporta Insider oggi, JPMorgan è diventata la prima grande banca a “ha dato il via libera ai suoi consulenti finanziari per dare a tutti i suoi clienti di gestione patrimoniale l’accesso ai fondi di criptovaluta”. La mossa si applica a tutti i clienti JPMorgan che cercano consulenza in materia di investimenti, compresi i clienti autodiretti della sua banca che utilizzano la sua app di trading Chase senza commissioni, i clienti benestanti di massa le cui attività sono gestite da consulenti finanziari di JPMorgan Advisors e i clienti ultra ricchi serviti dalla banca privata.

La banca, che ha fatto una spinta significativa per far crescere la sua attività di gestione patrimoniale da $ 630 miliardi, ha detto ai consulenti in una nota all’inizio di questa settimana che ora possono prendere ordini per acquistare e vendere cinque prodotti di criptovaluta, quattro da Grayscale Investments e uno da Osprey Fondi, in vigore dal 19 luglio.

Per ora, i consulenti di JPMorgan possono eseguire solo operazioni crittografiche “non richieste”, il che significa che i consulenti non possono consigliare i prodotti ma sono autorizzati ad acquistare o vendere per conto della richiesta di un cliente, ma se un numero sufficiente di clienti rinvia la decisione ai propri consulenti, siamo fiduciosi che questo anche cambierà.

I fondi che JPMorgan ha approvato includono Bitcoin Trust di Grayscale, Bitcoin Cash Trust, Ethereum Trust e veicoli Ethereum Classic, nonché Bitcoin Trust di Osprey Funds, rapporti Insider.

Ironia della sorte, l’ultimo tentativo di generare ancora più ricavi da commissioni per la banca i cui depositi sono esplosi anche se la crescita dei prestiti è rimasta stagnante nella migliore delle ipotesi, arriva dopo che Jamie Dimon ha dichiarato a maggio di non essere ancora un sostenitore della classe di attivi . Ma questo non importa finché i clienti della banca sono e sono disposti a pagare le commissioni JPM per le operazioni.

Le banche rivali come Goldman Sachs, Morgan Stanley e Bank of America non hanno concesso ai clienti patrimoniali al dettaglio l’accesso diretto ai prodotti crittografici. La CNBC ha precedentemente riferito che Morgan Stanley è stata la prima grande banca a iniziare a offrire ai clienti facoltosi, quelli con almeno 2 milioni di dollari in beni investiti, l’accesso ai fondi bitcoin, attraverso una partnership con Galaxy Digital ad aprile.