C.Fondiario: nasce Gardant che gestirà 45 mld di crediti

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Diventerà operativo nelle prossime settimane Gardant, il nuovo gruppo interamente specializzato nell’attività di credit servicing e di investimento in crediti illiquidi e deteriorati. 

Gardant nasce dall’operazione di riorganizzazione societaria e di scissione di Credito Fondiario di tutte le attività di debt servicing e debt purchaising. 

Il nuovo gruppo sarà guidato da Mirko Briozzo, in qualità di a.d. della capogruppo Gardant e da Guido Lombardo, in qualità di Gardant Investor sgr. 

Fabio Valeri, ex ceo di Deutsche Bank Italia, è stato nominato presidente. Antonio Turicchi, ex d.g. di Cdp, è stato nominato presidente di Gardant Investor Sgr. 

La riorganizzazione è anche una conseguenza dell’entrata in vigore del calendar provisioning con la normativa che ha impattato su alcuni operatori attivi sul mercato. E del fatto che ci fosse un’opportunità di portare avanti tutto il business degli Npl in modo più efficiente così come di focalizzare la banca su un segmento specifico come la piccola e media impresa. 

“In ogni caso il business degli Npl è regolamentato e la riorganizzazione è funzionale a raggiungere ambiziosi obiettivi che ci siamo posti”, ha precisato Briozzo. 

“Il business degli Npl, nato in sordina, oggi vede una serie di specializzazioni che fanno di questa filiera un’attività industriale sempre più rilevante e ricca di competenze sempre più specifiche”, ha spiegato Valeri. “E’ in questo contesto che nasce Gardant. In un momento in cui alcune moratorie diventeranno Npl a cui si aggiungono i flussi generati dalle normali attività. Si tratta di un mercato molto ricettivo: è un mondo che va verso la specializzazione di competenze, infrastrutture e tecnologie ed è importante essere i primi player in questo senso”. 

La nuova realtà Gardant è formata da 300 professionisti, gestirà in totale 45 mld di euro di crediti, con oltre 20 mld sui quali opererà come special servicer. Nell’arco del 2020 la divisione di special servicing ha registrato oltre 640 mln di cash collections, mentre la divisione di investimento in questi anni ha supportato l’acquisto di crediti per un ammontare complessivo di prezzo di oltre 1,2 mld di euro. 

Azionista di controllo del gruppo è, in continuità con la situazione attuale, il fondo di investimento americano Elliott, attraverso la controllata Tiber Investments, con una quota pari a circa 87%. Membri del management team e altri investitori privati detengono il residuo 13%. 

cce 

 

(END) Dow Jones Newswires

July 22, 2021 06:31 ET (10:31 GMT)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.