Astaldi: perdita 30/06 a 90 mln (83,8 mln al 30/06/2020)

Fonte: MF Dow Jones (Italiano)

Al 30 giugno Astaldi ha realizzato una perdita di esercizio attribuibile al gruppo pari a 90 mln in miglioramento rispetto a quella di 83,8 mln registrata nello stesso periodo del 2020. 

Al 30 giugno, il totale ricavi ammonta a 833,3 milioni, in crescita del 27% circa su base annua (656,8 milioni al 30 giugno 2020). 

Nel periodo il margine operativo lordo (Ebitda) si attesta a Euro 25,1 milioni con Ebitda margin al 3% (66,3 milioni e margine al 10,1% al 30 giugno 2020). 

Al 30 giugno, il portafoglio ordini del gruppo è risultato pari a 8,5 miliardi di euro, di cui 6,7 miliardi (78% del totale) per attività di Costruzione e 1,8 miliardi (22% del totale) per attività O&M. Alla stessa data, il portafoglio ordini del gruppo è localizzato per 4,3 miliardi circa (51% del totale) in Italia e per 4,2 miliardi (49% del totale) all’estero, dove opera in Europa (Romania, Polonia, Svezia, Turchia), nel Continente americano (Cile, Canada, Usa, Paraguay), in Africa (Algeria) e in Asia (India). I dati sopra riportati sono da intendersi riferiti al Perimetro in Continuità delle attività, così come definito nell’ambito del Piano e della Proposta Concordataria. 

Al 30 giugno 2021, il risultato operativo (Ebit) è negativo per 7,4 milioni (positivo e pari a 4,7 milioni al 30 giugno 2020). 

Il patrimonio netto si attesta a 885 milioni (975,8 milioni al 31 dicembre 2020), a esito delle dinamiche sopra descritte 

e in considerazione del fatto che l’esercizio 2020 accoglie gli effetti dell’esdebitazione e dell’aumento di capitale Webuild eseguito a novembre 2020. 

Al 30 giugno, la posizione finanziaria netta è positiva per 124,6 milioni (positiva per 312,4 milioni al 31 dicembre 2020). 

Nell’evoluzione prevdebile della gestione la società ricorda che il 14 marzo è stato avviato il processo di integrazione societaria tra Webuild e Astaldi. È previsto che l’operazione di scissione sia attuata, tramite stipula dell’atto di scissione, soltanto a seguito dell’avveramento delle condizioni sospensive previste dal Progetto di Scissione (tra queste, l’emissione da parte del Tribunale di Roma del provvedimento attestante l’avvenuta esecuzione del Concordato Astaldi e il rilascio da parte delle banche finanziatrici di Astaldi dei necessari waiver). Fermo quanto precede, la data di efficacia della scissione, a fini civilistici, contabili e fiscali, coinciderà con il primo giorno del mese successivo alla data dell’ultima delle iscrizioni dell’atto di scissione presso il Registro delle Imprese, che le società partecipanti stimano possa intervenire entro la fine del mese di luglio, nel qual caso la scissione acquisterebbe efficacia il 1° agosto. 

cce 

MF-DJ NEWS 

2808:21 lug 2021 

 

(END) Dow Jones Newswires

July 28, 2021 02:22 ET (06:22 GMT)