La patente di guida sta arrivando su iPhone negli Stati Uniti

Il prossimo aggiornamento di iPhone consentirà ai cittadini di otto stati degli Stati Uniti di presentare i propri documenti tramite il proprio smartphone e l’orologio connesso.

Apple indica inoltre che l'amministrazione federale incaricata della sicurezza dei trasporti sperimenterà la presentazione di documenti di identità tramite Apple Wallet in una manciata di aeroporti.
Apple indica inoltre che l’amministrazione federale incaricata della sicurezza dei trasporti sperimenterà la presentazione di documenti di identità tramite Apple Wallet in una manciata di aeroporti. (otturatore)

Attraverso Florian DebesInserito il 1 settembre 2021 alle 18:55Aggiornato il 1 set 2021, 19:06 lesechos.fr

Dopo la carta di credito, l’iPhone di Apple spedirà i documenti di identità. Con il rilascio nelle prossime settimane di un aggiornamento software (iOS 15) che accompagnerà la presentazione dell’iPhone 13, il marchio Apple prevede di consentire ai cittadini americani di presentare una versione tramite il proprio smartphone e il proprio orologio connesso. o documenti di identità.

La nuova carta d’identità francese, in attesa della sua componente digitale

La società guidata da Tim Cook ha appena svelato che questa nuova funzionalità della sua applicazione Apple Wallet sarà inizialmente riconosciuta legalmente dagli stati americani dell’Arizona e della Georgia, poi da Connecticut, Iowa, Kentucky, Maryland, Oklahoma e Utah. Finora Apple Wallet ha permesso di archiviare carte fedeltà, buoni sconto e biglietti di trasporto in forma dematerializzata.

Senza specificare una data, Apple indica anche che l’amministrazione federale preposta alla sicurezza dei trasporti sperimenterà la presentazione di documenti di identità tramite Apple Wallet in una manciata di aeroporti. “L’aggiunta della patente di guida e della carta d’identità in Apple Wallet è un passo importante nel nostro progetto per sostituire il portafoglio fisico con un portafoglio mobile, sicuro e facile da usare”, sottolinea in un comunicato Jennifer Bailey, la vicepresidente di Apple Pay e Apple Wallet.

Ma l’intrusione di Apple nel mondo dei documenti sovrani solleva anche interrogativi. “Dovremmo essere contenti di ogni possibile nuovo utilizzo di un’identità digitale. Ma attenzione che un attore che cattura gran parte degli usi non influisca in un modo o nell’altro sul formato o sulla sicurezza delle carte d’identità nonché sulla protezione dei dati di identità personale», avverte Yoann Kassianides, delegato generale di Alliance pour la Confiance Numérique, l’associazione dei professionisti francesi dell’identità digitale.

Florian Debes