Benetton,Edizione sale al 31% di Atlantia. La scommessa sulla partita del PnrrLa cassaforte della famiglia trevigiana compra uno 0,75% del capitale. Ecco perché i Benetton sono tornati centrali nella finanza italiana

di Marco Scotti affari italiani.it 14.9.21

Benetton,Edizione sale al 31% di Atlantia. La scommessa sulla partita del Pnrr

Che cosa si nasconde dietro all’acquisto, da parte di Edizione Holding, di una quota dello 0,75% di Atlantia? La società che fa capo alla famiglia Benetton era già largamente il primo azionista dell’azienda che detiene la quasi totalità delle azioni di Aeroporti di Roma, la maggioranza assoluta in Abertis e di Telepass. Allora perché salire ancora?

La sensazione è che i Benetton – dopo la fine della guerra su Autostrade per l’Italia – vogliano tornare protagonisti nella finanza e nell’economia nostrana. E questo prima di tutto perché i fondi del Pnrr si concentreranno molto su mobilità sostenibile, green economy e infrastrutture di nuova concezione.

lp 5447992

Una società come Atlantia sarà sicuramente vitale per rilanciare l’economia. Oltretutto, abbandonata Aspi (che era una gallina dalle uova d’oro ma che aveva enormi problemi legati alle vicende legali sulla manutenzione), laholding si concentrerà sulle altre aziende in cui ha partecipazioni. Prima di tutto, Aeroporti di Roma. Il principale aeroporto italiano sta sicuramente recuperando traffico rispetto al 2020.

Ma i dati di luglio sono ancora drammaticamente in rosso: i movimenti al 31 luglio 2021 erano di 17,29 milioni di passeggeri nel mese e 64,31 dall’inizio dell’anno. Al 31 luglio 2019 i valori erano, rispettivamente, 34,96 e 210,97 milioni. A voler essere ottimisti, dunque, c’è ancora una buona metà di traffico da recuperare. E questo accadrà grazie alla diffusione dei vaccini, al Green Pass e alla mitigazione degli effetti nefasti del Covid sulla salute umana.

C’è però di più. Al di là delle indicazioni di prammatica (“Abbiamo fiducia nel management”), dietro alla scelta della famiglia Benetton di aumentare la propria quota in Atlantia c’è anche il desiderio di tornare a “contare” sulla scena finanziaria italiana. Ritrovare la centralità dopo un periodo di parziale oscuramento non risponde solo a logiche narcisistiche, ma di sistema.

Il ricambio generazionale nella finanza stenta a decollare. La partita di Generali è in mano a due signori che hanno rispettivamente 86 e 78 anni. I billionairenostrani sono tutti – eccezion fatta per Giovanni Ferreroche però ha sede fiscale in Lussemburgo e per gli Elkann-Agnelli – ben oltre la mezza età. I rampolli delle grandi dinastie non hanno ancora preso le redini delle aziende di famiglia. E i Benetton non fanno eccezione.

Luciano, anche lui 86enne, è ancora il patron dei beni e delle partecipazioni. Certo, in Atlantia ci sono il ceo Carlo Bertazzo e il presidente Fabio Cerchiai. Ma è la famiglia di Treviso quella che ha ancora in mano le sorti delle aziende. Si respira un’aria strana, quasi di “restaurazione”.https://googleads.g.doubleclick.net/pagead/ads?gdpr=1&gdpr_consent=CPKtWTcPKtWTcERACAENBrCsAP_AAH_AAAAAIJtf_X__bX9j-_59f_t0eY1P9_r_v-Qzjhfdt-8F2L_W_L0X42E7NF36pq4KuR4Eu3LBIQNlHMHUTUmwaokVrzPsak2Mr6NKJ7LEmnMZO2dYGHtPn91TuZKY7_78__fz3z-v_t___9f3r-3_3__5_X—_e_V399zLv9____39nN___9ggmASYal5AF2JY4Mm0aVQogRhWEh0AoAKKAYWiawAYHBTsrAI9QQsAEJqAjAiBBiCjBgEAAgEASERASAFggEQBEAgABACpAQgAImAQWAFgYBAAKAaFiBFAEIEhBkcFRymBARItFBPZWAJRd7GmEIZZYAUCj-iowEShBAsDISFg5jgCQEuAAA.YAAAAAAAAAAA&client=ca-pub-5288674212710730&output=html&h=280&adk=1229817025&adf=3607601824&pi=t.aa~a.256280245~i.6~rp.4&w=366&fwrn=7&fwrnh=100&lmt=1631644672&num_ads=1&rafmt=1&armr=3&sem=mc&pwprc=5200485532&psa=0&ad_type=text_image&format=366×280&url=https%3A%2F%2Fwww.affaritaliani.it%2Feconomia%2Fbenetton-edizione-sale-al-31-di-atlantia-la-scommessa-sulla-partita-del-pnrr-757785_pg_2.html&flash=0&fwr=0&pra=3&rh=305&rw=366&rpe=1&resp_fmts=3&sfro=1&wgl=1&fa=27&adsid=ChAI8JCBigYQxNuuq_2HlZ4lEkgAiaSGEtyCf-HZVaSMgPOaidlbNETfOX8P89GHQdD1DPE10KRfE5cgNw8kc8vTc-_n7PJBuVN7SmSPDRnk4P5ioMrs9X-OVaA&dt=1631644672468&bpp=5&bdt=976&idt=5&shv=r20210908&mjsv=m202109130101&ptt=9&saldr=aa&abxe=1&cookie=ID%3D8c8299746bbf813c-22c66bcc22c900a5%3AT%3D1628578738%3ART%3D1631644548%3AS%3DALNI_MZ7NUEgY0TJFEr1-Xa9LKsgcktZIg&prev_fmts=280×90%2C360x200%2C320x100%2C0x0&nras=2&correlator=2327402746562&frm=20&pv=1&ga_vid=17067205.1628578736&ga_sid=1631644672&ga_hid=1893914333&ga_fc=0&u_tz=120&u_his=6&u_java=0&u_h=844&u_w=390&u_ah=844&u_aw=390&u_cd=32&u_nplug=0&u_nmime=0&adx=12&ady=1246&biw=390&bih=655&scr_x=0&scr_y=0&eid=42530672%2C44747621%2C31062297&oid=3&pvsid=3130806546426463&pem=297&ref=https%3A%2F%2Fwww.affaritaliani.it%2Feconomia%2Fbenetton-edizione-sale-al-31-di-atlantia-la-scommessa-sulla-partita-del-pnrr-757785.html&eae=0&fc=384&brdim=0%2C0%2C0%2C0%2C390%2C0%2C390%2C844%2C390%2C655&vis=1&rsz=%7C%7Cs%7C&abl=NS&fu=128&bc=31&jar=2021-09-05-20&ifi=13&uci=a!d&btvi=4&fsb=1&xpc=8pV9BfAr2X&p=https%3A//www.affaritaliani.it&dtd=15

Non è un caso che i Benetton non abbiano mai smentito né confermato la loro possibile adesione al fronte Del Vecchio-Caltagirone in Generali. Il 3,97% di Edizione potrebbe fare comodo ai due finanzieri quando si andrà alla conta delle azioni. Perché se Mediobanca ha il 12,93% e De Agostini l’1,7% – e dovrebbero essere saldamente dalla parte di Donnet e della sua riconferma – dall’altra parte della barricata i Benetton potrebbero far pendere l’ago della bilancia verso di due imprenditori. La famiglia di Treviso ha scelto il modo più silenzioso, ma anche più evidente, per tornare a contare. Ora la palla è nell’altra metà campo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.