Il capo della SocGen cancella due top delegati dopo la peggiore perdita in un decennio

Di 4 agosto 2020, 09:54 CESTAggiornato il 4 agosto 2020, 12:17 CEST Bloomberg.com

  • Shakeup inverte una struttura creata solo due anni fa
  • Potrebbe dare al CEO Oudea più tempo per rifocalizzare la banca d’investimento

Frederic Oudea di Societe Generale SA ha espulso due dei suoi massimi sostituti mentre l’amministratore delegato in lotta cerca più tempo per girare intorno al commercio dopo la peggior perdita del finanziatore dopo la crisi finanziaria.

Severin Cabannes, vicedirettore generale incaricato degli investimenti bancari, lascerà il suo incarico alla fine di quest’anno, mentre Philippe Heim, che ha supervisionato le attività bancarie al dettaglio internazionali, si sta dimettendo immediatamente, ha detto la banca martedì. Entrambi sono stati nominati per i ruoli solo due anni fa in un rimpastoche ha acquistato Oudea, uno dei dirigenti bancari più longevi in Europa, un altro mandato di quattro anni dopo l’uscita dell’erede apparente Didier Valet.

L’amministratore delegato, sotto la pressione del consiglio di amministrazione, sta rivedendo le prime posizioni e tagliando il rischio commerciale dopo il peggior trimestre della banca dalla perdita record del trader canaglia Jerome Kerviel più di 12 anni fa. SocGen è stata costretta a svalutare il valore della propria attività commerciale a seguito di pesanti perdite sui complessi prodotti strutturati per i quali è nota con i suoi colleghi francesi.

Natixis SA, che ha avuto perdite simili nelle sue attività commerciali, lunedì ha sostituito il CEO Francois Riahi dopo soli due anni, citando differenze sulla strategia. Entrambi i finanziatori hanno indicato che avrebbero regolato l’attività con prodotti strutturati, che è diventato sempre più difficile da coprire quando le società hanno iniziato a cancellare i pagamenti di dividendi agli azionisti a causa della pandemia, ha riferito Bloomberg.null

SocGen è aumentato del 3,4% alle 11:25 nel commercio di Parigi. Lo stock ha perso il 57% quest’anno, uno dei peggiori tra le grandi banche europee.

Oudea era già stato sotto pressione. La banca alla fine dell’anno scorso ha avviato una ricerca formale per un successore, secondo quanto riferito da Bloomberg. Il piano era quindi quello di avere un candidato pronto quando il mandato del CEO termina nel 2023, anche se la sostituzione potrebbe avvenire prima, le persone che avevano familiarità con la questione hanno detto in quel momento.

Le ultime modifiche alla gestione eliminano due dei quattro vice amministratori delegati nominati nel 2018, dopo che Valet, che era responsabile della banca di investimento ed era visto come un potenziale candidato CEO, era partito per aiutare a risolvere le questioni legali statunitensi. SocGen ora avrà solo due vicedirettori generali, mentre ha creato un nuovo ruolo di vicedirettore generale per una nuova generazione di “leader ad alto potenziale”, ha affermato la banca.

Per maggiori informazioni sul rimpasto precedente di SocGen , fai clic qui.

A differenza di Riahi di Natixis, che aveva un mandato relativamente breve, Oudea è stato in carica per più di un decennio. Ha trascorso parte del tempo nel doppio ruolo di CEO e presidente. Nel 2015, SocGen ha separato le due posizioni e nominato l’ex consigliere della Banca centrale europea Lorenzo Bini Smaghi per supervisionare il consiglio. La decisione di riorganizzare nuovamente la gestione è stata proposta da Oudea e approvata dal consiglio di amministrazione.

Queste decisioni prese dal consiglio di amministrazione mirano a rinnovare il management team attorno a Frederic Oudéa, attingendo ai talenti interni, al fine di supportare meglio i cambiamenti profondi necessari per costruire la banca di domani”, ha detto Bini Smaghi nel dichiarazione.

Lunedì SocGen ha registrato una perdita netta di 1,26 miliardi di euro nel secondo trimestre, dopo 1,33 miliardi di costi una tantum a seguito di una revisione dei mercati globali e dei servizi agli investitori. Il trading azionario, un punto di forza tradizionale del creditore, è diminuito dell’80% poiché i prodotti strutturati sono stati colpiti per un secondo trimestre consecutivo dalla cancellazione dei dividendi durante la pandemia. La banca ha promesso di smettere di produrre prodotti strutturati che sono andati male e di sviluppare alternative che saranno meno sensibili alle oscillazioni del mercato.

Le perdite di SocGen e Natixis sono state particolarmente dolorose dopo che il loro più grande rivale, BNP Paribas SA, è rimbalzato da un successo commerciale con una prestazione straordinaria nel reddito fisso. Le entrate derivanti dalla negoziazione di titoli a reddito fisso, valute e materie prime sono aumentate del 154% nel secondo trimestre rispetto all’anno precedente, compensando una flessione di oltre il 53% nel trading di azioni. Ha detto che c’è stato solo un “impatto residuo” dalla cancellazione dei dividendi.