BBVA guida il collocamento del debito di società e banche spagnole

INES APRILE expansion.com 17.10.19

Carlos Torres, presidente di BBVA.  Catene JM EXPANSION

Cerrar Publicidad

La banca fa avanzare Santander in piena piena di emissioni. Sabadell conquista 25 posizioni ed è nella “top 5”, mentre JPMorgan avanza al terzo posto.

L’emissione di debito è diventata quest’anno l’unico focolaio verde per le banche di investimento e BBVA ne ha approfittato appieno. L’entità presieduta da Carlos Torres ha superato Santander e si è posizionata al primo posto nella classifica degli obbligazionisti di banche e società spagnole quest’anno. E lontano dal resto. JPMorgan è anche riuscito a salire in onda e avanza di 11 posizioni, ma è Sabadell a fare il salto più grande: è entrato nella top 5 dalla trentesima posizione che ha ricoperto l’anno scorso, secondo i dati di Bloomberg.

Con le fusioni e le acquisizioni nelle ore basse a causa dell’aumento del protezionismo e della guerra commerciale, senza diventare pubblici all’orizzonte e con prestiti sindacati in un momento di paralisi a causa della mancanza di piani di crescita aziendale – con l’eccezione di Cellnex, le banche di investimento hanno tre delle loro quattro attività principali chiuse al lime e al canto. Ma ce n’è uno che brilla per tutti gli altri. Questi sono i problemi di debito di banche e società, che in Spagna sono aumentati del 25% tra gennaio e settembre 2019 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e che superano i 47.000 milioni di euro di volume.

compensazione

In questo contesto, la prima posizione di BBVA è particolarmente importante. “È essenziale avere una buona posizione nell’attività di collocamento del debito in un anno in cui il volume delle emissioni è cresciuto così tanto da mantenere e aumentare, se possibile, la quota di mercato. Ed è anche un modo per compensare la caduta di attività in altre imprese “, afferma Regina Gil, responsabile globale del credito per BBVA.

La banca presieduta da Carlos Torres ha raggiunto quella posizione dopo aver partecipato a quasi tutte le emissioni bancarie che si sono verificate quest’anno e nelle più importanti società, tra cui quelle di Abertis e Telefónica.

“Il segreto per essere in così tante questioni è la catena del valore delle obbligazioni e il lavoro di squadra”, aggiunge la direttiva BBVA. “Abbiamo professionisti che sono molto vicini agli emittenti e conoscono le loro esigenze e lavoriamo anche fianco a fianco con gli investitori, quindi abbiamo la capacità di collocare il legame sia tra gli investitori spagnoli che in molti altri paesi”, afferma.

BBVA aggiunge a ciò la sua forza lavoro a Londra, che funziona come un laboratorio che riunisce i pezzi ed esegue le operazioni. “E i nostri team di analisi e trading nel mercato secondario, dove forniamo molta liquidità e questo dà fiducia agli emittenti per il supporto che offriamo una volta che abbiamo posto il problema”, osserva.

Il risultato è stato un volume attribuito a collocamenti obbligazionari di quasi 8.500 milioni di euro, secondo la classifica di Bloomberg, che lascia BBVA lontano dal secondo nella classifica, Santander, che ha 4.735 milioni. JPMorgan è al terzo posto, con quasi 3.650 milioni, dopo un salto di bozza dallo scorso anno, quando non è nemmeno entrato nella lista delle dieci banche più attive nelle emissioni di debito di banche e società spagnole.

La banca americana è stata fissata in molte operazioni e, soprattutto, in cui più commissioni pagano per la loro complessità o perché sono fatte in un’altra valuta, come le obbligazioni in dollari di Santander, Telefónica e BBVA. 

Anche altre aziende come Abertis, Bankia, CaixaBank, Cellnex o Iberdrola hanno assunto JPMorgan. 

La quarta posizione della classifica è per Barclays, che mantiene la sua forza in Spagna (lo scorso anno era in terza posizione). E il quinto posto va a Sabadell, che avanza di 25 posizioni ed entra nel club delle cinque banche di investimento più attive.

Più slancio

Telefónica, Abertis, Cellnex e la loro partecipazione ai propri collocamenti di obbligazioni hanno permesso a Sabadell di sovraperformare il mercato del debito spagnolo storico, come Crédit Agricole o HSBC. Il suo obiettivo è quello di rimanere elevati, poiché lo slancio è il risultato dell’attuazione di una nuova strategia nell’area dei mercati dei capitali, che è stata rafforzata con l’incorporazione di nuovi professionisti sotto la direzione di Álvaro Bergasa e ha È diventato uno dei cinque indirizzi inclusi nella divisione Corporate & Investment Banking, secondo fonti bancarie.

L’obiettivo di Sabadell è di moltiplicare per cinque i risultati del 2018 tra il 2019 e il 2021 e diventare una delle principali entità finanziarie nazionali nel mercato dei capitali