Credit Suisse: Fintechs come fonte di rendimento

finews.ch 21.8.19

Il Credit Suisse sta diventando un potente investitore fintech. I due impegni più recenti servono soprattutto: ottenere un ritorno.

Il Credit Suisse (CS) sta investendo molto in Fintech: gli ultimi due impegni finanziari nei confronti di giovani startup ammontano a circa 750 milioni di franchi svizzeri. Da un lato confluiscono nella società di gestione del credito e delle spese Divvy negli Stati Uniti e – come annunciato mercoledì – nella piattaforma di prestiti britannica Lendable .

L’impegno di CS nel settore fintech e start-up aumenta quindi, per così dire, ogni mese. Lo scorso luglio, la grande banca e UBS hanno lanciato il Fondo svizzero per gli imprenditori, che investe in PMI e startup svizzere. E a marzo CS hafornito un capitale di investimento di CHF 30 milioni a Swiss Fintechs. Le start-up Tradeplus24 e Assetmax sono venute al bacio.

Innovazione e ritorno

Le banche tendono a raddoppiare i loro investimenti in fintech: da un lato, sperano in innovazione e idee e, dall’altro, cercano anche un buon affare beneficiando del miglioramento del valore dei loro investimenti.

A Lendable, il CS sembra perseguire un obiettivo primario: ROI. In effetti, la banca svizzera non ha partecipato a un round di finanziamento della piattaforma di credito al consumo, ma ha promesso £ 225 milioni per un fondo lanciato da Lendable in Lussemburgo.

Fianco a fianco con family office e super ricchi

Il fondo, a sua volta, investe in prestiti sulla propria piattaforma e su altri fornitori – e punta a un rendimento del 15 percento, come riporta la pagina britannica “Notizie finanziarie”  (l’articolo paga)  .

Con il suo contributo, il CS è in compagnia di Family Office e ricchi clienti privati ​​di tutto il mondo che hanno già impegnato 150 milioni di sterline, scrive la piattaforma di notizie finanziarie. I fondi di CS e altri investitori a loro volta hanno prestato prestiti per espandere i prestiti.

Finora, Lendable ha prestato circa 700 milioni di sterline. Fintech aveva precedentemente ottenuto 200 milioni di sterline dal capitale privato di Goldman Sachs.

Investi direttamente nel business

Allo stesso modo, l’investimento di CS in Divvy, una società con sede nello stato americano dello Utah. Secondo le sue stesse dichiarazioni, questo combina software intelligente con una carta di credito ed è specializzato in società che da un lato richiedono regolarmente linee di credito e dall’altro vogliono avere una visione d’insieme della loro gestione della liquidità.

CS ha ora ricevuto il diritto di Divvy di acquistare $ 500 milioni in future richieste nei prossimi due anni. Ancora una volta, CS non acquista azioni fintech, ma alloca fondi per partecipare direttamente all’attività di prestito di Divvy.

Divvy aveva già concluso un accordo simile da $ 250 milioni con il gestore patrimoniale statunitense Waterfall Asset Management a gennaio.